flag it
flag fr flag en flag es flag de flag us
https://www.carenity.it/static/themes-v3/default/images/it/header/depressione.jpg

Pazienti Depressione

11 risposte

133 visualizzazioni

Tema della discussione


anonymous avatar Membro Carenity
Pubblicato il
Buon consigliere

Ultimamente mi domando spesso quali procedure vengano attuate in caso di tentato suicidio.
Spero ci sia qualcuno che abbia avuto esperienze e sappia rispondere alle mie domande.

Il paziente viene ricoverato in Psichiatria o al Centro di Salute Mentale? 
Se il paziente era già seguito da uno specialista (Psichiatra, psicologo, psicoterapeuta), sarà esclusivamente quello specialista a seguire il paziente o avrà solo un ruolo secondario rispetto ai medici del reparto?
Viene effettuato un TSO?
Cosa avviene durante il ricovero?
Il procedimento varia da regione a regione o segue un procedimento a livello nazionale?

Grazie a tutti quelli che risponderanno.
Scusatemi per le domande dirette e poco delicate.

Inizio della discussione - 05/03/18

Cosa succede dopo un tentato suicidio?

anonymous avatar Membro Carenity
Pubblicato il
Buon consigliere

Chi soffre di tentato suicidio, in ambito clinico chiamato TS, viene ricoverato in clinica o al più viene destituito al centro di Igiene e/o Salute Mentale e preso in cura con psicofarmaci per una media di almeno tre anni.

Chi ne soffre sono perlopiù le persone esposte al gelo e ai paesi nordici.

Solitamente il vero TS non si richiama al TSO in quanto chi ne soffre non lo fa in modo platealmente visibile.

Si può dire che il TS è un evento o un dramma che richiama qualche nodo problematico della storia familiare o della mappa familiare.

Dott.essa Nicoletta Mele

3345000191

Cosa succede dopo un tentato suicidio?
2
anonymous avatar Membro Carenity
Pubblicato il
Buon consigliere

a me non hanno ricoverato. Essendo un medico, hanno insabbiato tutto, ma ora non mi lasciano più andare in sala operatoria, affinchè non mi procuri farmaci pericolosi per la mia vita.

Avrei avuto bisogno di affetto, immenso. Ma attorno a me solo giudizi, cattiverie ed isolamento.

Penso che lo rifarò

Cosa succede dopo un tentato suicidio?

anonymous avatar Membro Carenity • Animatore della community
Pubblicato il
Buon consigliere

Grazie mille dei vostri contributi @pseudonimo nascosto‍ 

Se qualcuno vuole condividere la sua esperienza, può scriverla nei commenti. 

Vi ringrazio in anticipo. 

Un caro saluto. 

Cosa succede dopo un tentato suicidio?
1
anonymous avatar Membro Carenity
Pubblicato il
Buon consigliere

Ho tentato il suicidio anni fa, ma non riuscii ad completare l'azione, forse perchè sono cosi vigliacco da non avere nemmeno il coraggio di ammazzarmi e di porre fine alle mie sofferenze. Dopo il suicidio, o meglio, il tentato suicidio la vita cambia radicalmente, tutto cambia, e non è più lo stesso...Non sono stato ricoverato, ma ho fatto una lungo percorso nel quale ho incontrato assistenti sociali, un paio di psicologi, e alla fine mi hanno spedito dallo psichiatra, il quale ha iniziato una "trapia" a base di psicofarmaci, nello specifico mi ha somministrato del cloridrato di sertralina, da prendere in dosi, prima delle gocce con dosaggio 0.25, poi 0.50 e infine pillole da 100mg. Ho preso queste medicine per circa uno o due anni, e poi visto che il mio problema, e disagio sociale non è stato risolto, ho smesso di vedere i dottori e di prendere le medicine. La mia vita fa sempre schifo, per cui ho deciso che mi lascerò morire lentamente, tanto dentro sono già morto. Quando rimarrò veramente solo su questo mondo allora mi suiciderò, vivere per me ormai non ha più alcun senso. 

Spero che questa testimonianza sia stata utile per qualcuno.

Cosa succede dopo un tentato suicidio?
2
anonymous avatar Membro Carenity
Pubblicato il
Buon consigliere

@silenziosa ci sono se vuoi condividere con me qualcosa, anche il rumore del silenzio o della solitudine...

Cosa succede dopo un tentato suicidio?

anonymous avatar Membro Carenity
Pubblicato il
Buon consigliere

Ciao @Aleu__‍ _‍ . Io ho tentato il suicidio 3 volte. Nel caso più grave, dopo il ricovero in rianimazione e dopo essermi ristabilita sono stata trasferita dapprima nel reparto psichiatrico dell'ospedale, e poi ricoverata nel centro di salute mentale della mia città. Dopo le dimissioni dovevo continuare la terapia e andarla a prendere 3 volte al giorno al CSM perchè avevo tentato il suicidio con i farmaci e nel frattempo facevo anche dei colloqui settimanali che via via diventavano sempre meno frequenti.

Un mese fa quando sono stata ricoverata di nuovo per minacce di suicidio il mio psicoterapeuta non aveva nessun ruolo (se non quello di poter comunicare dati utili al reparto in caso fosse stato contattato).

Il procedimento credo vari da regione a regione, esistono regioni in cui ci sono cliniche specializzate per alcuni disturbi e altre in cui non puoi fare altro che affidarti alle cure pubbliche perchè cliniche non ce ne sono e se non hai i soldi per pagare delle sedute di psicoterapia.

Durante il ricovero....anche li dipende. Dipende dal modo con cui viene messo in atto il tentativo. A me hanno fatto la lavanda gastrica nonostante il mio rifiuto, mi hanno addormentato a tradimento per farmela e poi una volta trasferita al reparto psichiatrico venivo sorvegliata 24 ore al giorno, non potevo usare niente che avesse lacci (scarpe, cinture ecc), le posate erano di plastica e quando avevo le crisi mi legavano al letto mani e piedi.  

Per quanto ne so il TSO viene messo in atto quando ci sono dei disturbi molto manifesti e la persona non si vuole curare, una volta tentato il suicidio il è già tardi per il TSO (ma non vorrei sbagliarmi).

Spero tu non stia chiedendo queste cose perchè hai intenzione di..... Se hai bisogno di parlare contattami pure. Un abbraccio

@ultimo‍ non riuscire a completare un azione suicida non vuol dire essere vigliacchi, ma che dentro di te c'è ancora voglia di vivere e quel desiderio ha avuto la meglio sul dolore e sulla disperazione che ti hanno spinto a compiere il tuo gesto. <3

@silenziosa‍ dev'essere stato un duro colpo per te. Ammiro molto chi ha il coraggio, come te, di fare un mestiere così difficile come il medico. Non mollare. Se hai bisogno di parlare... 

Cosa succede dopo un tentato suicidio?
1
anonymous avatar Membro Carenity
Pubblicato il
Buon consigliere

@Eleonore‍ , grazie per il tuo messaggio. Mi dispiace che tu sia stata tanto male...
Comunque sì, quando ho scritto questo post pensavo proprio di farla finita e in effetti dopo meno di un mese ho tentato il suicidio prendendo una grossa quantità di farmaci.
Mi hanno fatto una lavanda gastrica, poi mi hanno riempito lo stomaco di carbone e sono stata trasferita in rianimazione per alcuni giorni. Dalla rianimazione mi hanno portata al CSM (Dove ero già in cura da alcuni mesi) e lì ho passato un paio di settimane.

E' stata una dura esperienza, ma mi ha insegnato molte cose e ha segnato una netta linea di confine tra passato e presente.
Ora sono in borsa lavoro, continuo a prendere la terapia farmacologica e a vedere lo psichiatra due volte al mese circa.
A volte mi capita di sentirmi un pò in crisi, ma ho imparato a comunicare il mio malessere agli altri, soprattutto la mia famiglia, e ad accettare il loro sostegno.

Quello che mi sento di dire a chiunque stia passando un momento di crisi è chiedete aiuto, non importa se famiglia, medici, CSM, amici o sconosciuti. Le persone che ci circondano giocano un ruolo fondamentale nel nostro star bene.
Tenete duro, vedrete che con l'aiuto giusto andrà tutto meglio.
Le malattie mentali possono essere croniche, ma nonostante tutto si può sempre raggiungere un livello di benessere pari alle persone 'sane'.

Grazie anche a @Nikka4‍ @silenziosa‍ e @ultimo‍ per aver condiviso le loro esperienze.

Un abbraccio a tutti. 

Cosa succede dopo un tentato suicidio?
1
anonymous avatar Membro Carenity
Pubblicato il
Buon consigliere

@Aleu__‍  grazie a te. E mi unisco al tuo appello sull'importanza di parlare, parlare, parlare!!! Come hai detto tu non importa che sia un medico o un amico, l'importante è "vomitare" fuori il proprio dolore e non trattenerlo altrimenti diventa come un cancro che ti divora dall'interno. È duro, faticoso ma fondamentale. Sfogatevi! Un abbraccio! 

Cosa succede dopo un tentato suicidio?
1
anonymous avatar Membro Carenity
Pubblicato il
Buon consigliere

Io l'anno scorso ho tentato il suicidio tre volte con un grosso mix di psicofarmaci, ma il mio corpo per fortuna, tutte le volte, ha vomitato tutto (quindi non sono stata portata in ospedale). I miei familiari non lo sanno, motivo per cui non sono stata in nessun centro di ricovero. Posso solo dire che dopo aver visto la morte con i miei occhi, ho avuto più amore per la vita e sono più forte di prima. Per chiunque si senta abbattuto e voglia lasciarsi andare, vi dico:''Non fatelo mai, siate più forti dello stigma''.

icon cross

Questo tema ti interessa?

Raggiungi i 69 000 pazienti iscritti sulla piattaforma, ottieni informazioni sulla tua malattia
o quella del tuo parente e condividi con la comunità

Unisciti

È gratis e anonimo