Si sveglia prima la depressione e poi io

https://www.carenity.it/static/themes-v3/default/images/it/header/depressione.jpg

Pazienti Depressione

1 risposta

18 visualizzazioni

Tema della discussione



Pubblicato il

Volevo parlarvi di un fatto che mi succede da sempre e sapere se succede cosi' anche a voi. La mattina, quando sto ancora in quella fase di risveglio, con gli occhi ancora chiusi, ma la mente quasi del tutto sveglia, mi sento travolta da un turbine di pensieri negativi che hanno a che fare coi miei problemi, le mie paure , le mie ansie . Tutti questi problemi li penso con una visione negativa di sconfitta e avvilimento, poi apro gli occhi e, ovviamente, mi sento frastornata e di malumore; basta una piccola cosa x farmi adirare. Così rimango circa 10 minuti giu di morale, poi ci penso, ritrovo l' ottimismo e mi passa. E' strano dirlo, ma e' come se la depressione avesse una vita propria e si approfittasse di me nel momento in cui non ho tutte le capacita' mentali x contrastarla, cioe' quando sto x svegliarmi e non ho ancora " acceso " la mia forza mentale. Si sveglia prima la depressione , mi tormenta e, quando ha finito, mi sveglio io. Come mai questi pensieri negativi viaggiano nella mia mente e si accaniscono contro di me nel momento in cui sto senza difese? Quando sto sveglia e vigile questi pensieri non mi sfiorano, e anche se lo facessero, ho la giusta visione ottimistica x non percepirli come problemi catastrofici. Vi confesso che, soprattutto quando mi succede sta cosa, vedo la depressione piu come un mostro che si e' annidato nella mia anima, che una malattia mentale.

Inizio della discussione - 25/02/17

Si sveglia prima la depressione e poi io


Pubblicato il

Ciao, capisco perfettamente quello che ti capita al mattino. Succede anche a me. Quasi sempre mi sveglio depressa (a volte anche ansiosa) e mi assalgono tutti i pensieri negativi. Vedo nero ovunque e mi sento molto giù di morale. In questo periodo poi devo prendere un farmaco, il Deniban, altrimenti non ce la faccio ad uscirne e le giornate sono lunghe da sopportare. A parte i farmaci, riesco a stare un pò meglio facendo Training autogeno, passeggiate in giardino e un tipo di meditazione , anche in movimento, che si chiama Qigong, proveniente dall'estremo Oriente ma messa a nostra disposizione da Lee Holden, un ragazzo molto simpatico che l'ha modernizzato e reso accessibile a tutti. Certo che è dura comunque, tanti auguri e che Dio sia con noi!

Discussioni più commentate