https://www.carenity.it/static/themes-v3/default/images/it/header/asma.jpg

Pazienti Asma

9 risposte

92 visualizzazioni

Tema della discussione

Membro Carenity
Pubblicato il

Buonasera a tutti, scrivo qui nella speranza di potermi confrontare con qualcuno. Ho 38 anni, asmatica da bambina, non fumatrice, sono stata bene dall'adolescenza fino a poco tempo fa, quando dalla spirometria è emerso un peggioramento. La pneumologa mi ha prescritto Alvesco 160 da prendere uno spruzzo al giorno fino al prossimo controllo (giuno) ma dopo 10 giorni ho dovuto smettere disperata: non riuscivo più a dormire ed ero in ansia e tensione perenne, piangevo per niente ecc. Risentita la dottoressa, mi ha detto che posso provare con Alvesco 80 ed eventualmente in cicli di 7/10 giorni al mese, anche se non è ottimale ma sempre meglio di niente. Mi ha anche mandato da otorino che mi ha prescritto il Rinoclenil 2 spruzzi al giorno per 10 giorni al mese, ma anche qui mi sono fermata dopo 5 giorni perchè iniziavo a fare fatica a dormire e gli altri effetti. Vorrei capire: solo io ho queste difficoltà con i farmaci? Ho passato un brutto dicembre. Volete raccontarmi la vostra esperienza? Grazie, auguri di buon anno a tutti

Cristina

Inizio della discussione - 29/12/19

Convivere con i farmaci - ho bisogno di motivazione
Membro Carenity
Pubblicato il

ciao cristina che alcuni farmaci possano dare problemi e noto ma in linea di massima questi poi passano dopo alcune assunzioni come e' successo anche con me ti dico solo che il breva mi dava agitazione e io sono un tipo assolutamente pacificamente e stoicamente calmo per smuovermi ci vuole un terremoto emozionale 

io direi forse di orientarsi sul capire se e' il farmaco (medicina) a darti questi problemi o e' l'assunzione stessa ovvero il pensare di dover poi dipendere da una medicina questo potrebbe essere un motivo per tanta agitazione o anche no io indagherei comunque continua a fare cosi cioe' confrontarti a 360 gradi con il tuo medico che e' l'unico a poter determinare o un cambio o capire perché hai queste reazioni 

spero che tu trovi il bandolo della matassa e che queste se pur le devi prendere facciano il loro sporco lavoro di farti stare bene . in fondo a questo devono servire ...

un saluto virginia 

Convivere con i farmaci - ho bisogno di motivazione
1

Membro Carenity
Pubblicato il

Buonasera....le medicine se ti fanno stare meglio devono essere assunte...questa agitazione potrebbe essere dovuta al farmaco da inalare che contiene una minima parte di cortisone...con i suoi effetti collaterali...che passano dopo averlo usato per un certo periodo...prendi lo spruzzo appena alzata da letto...e alla sera non troppo tardi...prima di dormire...e non pensarci troppo...fammi sapere...a prestò.

Convivere con i farmaci - ho bisogno di motivazione
Membro Carenity
Pubblicato il

Per Marco: ti posso garantire che sono una delle persone più lige al dovere che potresti conoscere. Se devo prendere un farmaco lo prendo puntuale, anche segnandomelo da qualche parte che lo prendo. In questo caso sono arrivata a uno stato di agitazione (e altri disturbi) umanamente non sopportabile. Comunque continuo a confrontarmi  col medico, se qualcuno vuole lasciare un parere o la sua esperienza leggerò volentieri. 

Convivere con i farmaci - ho bisogno di motivazione
Membro Carenity
Pubblicato il

Auguri a tutti...scusa ma quali altri disturbi riscontri?È una questione di respiro...o di ansia?Di sensazioni di nodo stretto alla gola,legato all'asma...fammi sapere.

Convivere con i farmaci - ho bisogno di motivazione
Membro Carenity
Pubblicato il

Sì allora con Alvesco già dopo pochi giorni ho iniziato a dormire male, svegliandomi più volte con vampate di calore e battiti esageratamente veloci, anche una sorta di "scompenso" con battiti più forti a tratti. Poi è stato un crescendo di insonnia nei giorni successivi, e non mi riferisco allo stare sveglia nel letto ma all'essere costretta a camminare avanti e indietro per la stanza. Sensazione di non farcela a contenere tanta iperattività, anche di giorno naturalmente. Sbalzi di umore e pensieri molto negativi. Simili sintomi anche con il Rinoclenil, tranne le vampate di notte. È come avessi avuto un rigetto. Non so se c'è qualche sostanza in quegli spray a cui potrei essere intollerante...o allergica..anche il Clenilex che mi avevano dato anni fa mi dava fastidi, anche se in misura molto minore. Invece il Dosberotec, mio "broncodilatatore di fiducia", mi dà solo una lieve e passeggera tachicardia. Stessa cosa l'aerosol Clenil quando mi capita di farlo. Il medico di base vuole sostituire con Relvar, prima di iniziarlo però vado a parlarci e valutiamo. Grazie a voi per l'ascolto. 

Convivere con i farmaci - ho bisogno di motivazione
Membro Carenity
Pubblicato il

Si posso dire che anche con symbicort...questo senso di ansia con agitazione lo riscontro...certi giorni non riesco ad avere un rapporto normale con chi mi sta' accanto...sono nervoso mi da fastidio tutto...vorrei stare sdraiato da solo😥.

Convivere con i farmaci - ho bisogno di motivazione
Membro Carenity • Animatore della community
Pubblicato il

Cari membri @pseudonimo nascosto@pseudonimo nascosto@pseudonimo nascosto@pseudonimo nascosto‍ avete visto questa discussione? Non esitate a condividere esperienze con @pseudonimo nascosto‍ emoticon occhiolino Grazie tanto in anticipo. 

Convivere con i farmaci - ho bisogno di motivazione
1

Membro Carenity
Pubblicato il
Ciao a tutti, alla fine mi sono decisa a provare il Relvar e per ora la situazione va molto meglio. Forse perchè ha anche del broncodilatatore il mio organismo magari lo riconosce più affine al Dosberotec, e quindi più familiare....non so. Di fatto non ho più nottate in bianco, anche se la tachicardia indotta non manca. Sciacquo subito con acqua e bicarbonato per evitare secchezza e abbassamenti di voce e...speriamo bene!!
Convivere con i farmaci - ho bisogno di motivazione
Membro Carenity
Pubblicato il

Ciao...e buon anno...sono contento che tu abbia trovato l'opzione terapeutica giusta...anche io sono combattuto con il cambiare strategia e passare ad una polvere extrafine. ..pressurizzata e magari anche con distanziatore...visto che da quello che ho letto si deposita meglio nei polmoni...adesso uso symbicort160/4.5 ,voi cosa ne pensate ? Avete esperienze in merito?