https://www.carenity.it/static/themes-v3/default/images/it/header/depressione.jpg

Pazienti Depressione

5 risposte

45 visualizzazioni

Tema della discussione

1

Membro Carenity
Pubblicato il

Oggi la pioggia mi ha graffiato l'auto  

Ho trascorso una bella giornata con i parenti da solo.

Meno male che c'è Arturo, lui si che mi ascolta e mi capisce.

Inizio della discussione - 06/04/18

Buonasera
Membro Carenity
Pubblicato il

Il cane del vicino mi fissa, abbaia. Ce l'ha con me! 

Buonasera
Membro Carenity
Pubblicato il

Un giorno o l'altro prenderò il treno anche se non so per andare dove. La domenica quando nessuno vuole uccidermi.

Buonasera
Membro Carenity
Pubblicato il

Io so sempre cosa fare. Nei giorni dispari. Me lo dice Arturo che mi parla anche quando non c'è.

I medici mi odiano, vogliono avvelenarmi. 

Buonasera
Membro Carenity
Pubblicato il

i medici non vogliono avvelenare nessuno. Ma possono solo usare le loro armi, i farmaci. Che anche io come medico odio a morte, sopratttutto nella malattia mentale.

Perchè tale mi considero, una malata di mente.

Non mi riconosco più.

Non faccio le mille cose di una volta, e lascio che la vita mi passi sopra senza viverla.

negli anni mi sono isolata, perchè mi sembra di essere lagnosa e non mi va di rompere gli altri. Che penseranno che sono egoista.

Io sto semplicemente male

Buonasera
1

Membro Carenity
Pubblicato il

Non arrabbiarti, ho apprezzato molto il tuo commento. 

In realtà si trattava di una specie di esperimento sociale in cui simulavo sintomi psicotici/schizofrenici per esaminare le reazioni... 

Mi dispiace leggere la tua sofferenza. Io provengo da studi di psicologia e, senza svalutare i farmaci, ricorda che esistono anche le psicoterapie nella cura dei disturbi mentali. 

Spesso le parole (del nostro dialogo interiore, dei genitori, dei familiari, delle relazioni sociali ecc.) possono far ammalare, ma le stesse possono anche curare (similia similibus curantur).

Spesso, invece, alcuni disturbi come la depressione mettono in atto un gioco circolare e vizioso paradossale: spingono all'isolamento. Più sì è soli, più si è esposti al solo proprio dialogo interiore negativo e questo alimenta la depressione che alimenta il dialogo interiore negativo e l'isolamento...

Fai qualcosa attivamente per rompere questo circolo! La vita è tua e ti appartiene! La puoi gestire e condurre senza lasciare che siano invece gli eventi a farlo optando per un atteggiamento rinunciatario e passivo nei loro confronti! 

icon cross

Questo tema ti interessa?

Raggiungi i 70 000 pazienti iscritti sulla piattaforma, ottieni informazioni sulla tua malattia o quella del tuo parente e condividi con la comunità

È gratis e anonimo