Tumore della pelle: sapere tutto

Il tumore della pelle si divide tra i carcinomi e i melanomi. Scoprite i segni premonitori, i modi di premunirsi ed i trattamenti.

/static/themes-v3/default/images/default/info/maladie/intro.jpg?1516194360

Tumore della pelle

La pelle è un organo essenziale dell’organismo che copre interamente ogni individuo. Questo organo partecipa alla protezione del corpo contro gli elementi esterni ed è una barriera di difesa naturale. La pelle permette di sentire i contatti tramite la sensazione del tatto che informa sul dolore ed altre sensazioni di contatto.

È formata di tre strati:

L’epidermide è la parte esterna della pelle che è una barriera contro gli elementi come i raggi UV o qualsiasi altra aggressione esterna all’organismo. I cheratinociti rappresentano 80% della popolazione cellulare dell’epidermide.
Il derma, situato sotto l’epidermide, garantisce l’idratazione e la nutrizione della pelle. Il derma permette anche la protezione dell’organismo contro i corpi estranei.
L’ipoderma è l’ultimo strato della pelle e contiene gli adipociti (cellule adipose). Il suo ruolo consiste essenzialmente nell’isolare, per permettere al corpo di stare al caldo.

Le diverse forme del tumore della pelle

Il carcinoma cutaneo

I carcinomi cutanei avvengono la maggior parte del tempo dopo 50 anni e sono la forma più frequente dei tumori della pelle. Così, ogni anno 200 000 nuovi casi sono scoperti. A progressione lenta, troviamo questi tumori sulla parte superficiale della pelle, l’epidermide. Si manifestano spesso nelle zone interessate dalle scottature ossia le braccia, le spalle, il collo, la schiena e le mani. In generale sono benigni e facilmente curabili se rilevati in tempo.

Il melanoma cutaneo

La seconda forma di tumore della pelle, molto più aggressiva, è il melanoma cutaneo. Può toccare entrambi i giovani e gli adulti e non ha una localizzazione specifica. La sua evoluzione può essere molto rapida. Si riconosce nello sviluppo di una macchia pigmentata sulla pelle che assomiglia ad un neo. In quasi 80% dei casi di melanomi, il neo anormale (colore vivace, forma e contorni irregolari, dimensione ampliata) è così apparso recentemente.

Un cambiamento di colore e di forma di un neo già presente può essere il segno di un melanoma cutaneo. Sanguinamento e lesioni con colore vivace appaiono e perdurano. A livello dell’unghia, il melanoma si distingue con la presenza nuova di una striscia bruna sotto l’unghia.

Uomini e donne non sono uguali di fronte al tumore della pelle. In effetti, le donne sono diagnosticate prima (58 anno contro 60 per gli uomini) ma il loro tasso di sopravvivenza a 5 anni è migliore di quello degli uomini: 89% contro 83%. Bisogna sapere anche che il melanoma è un tumore la cui incidenza non smette di aumentare.  

Le cause del tumore della pelle

Il tumore della pelle comporta diversi fattori che favoriscono la sua attivazione, ossia:

- I raggi ultravioletti, artificiali o naturali (sole): proteggetevi con crema solare, evitare l’esposizione solare durante le ore più calde della giornata e disertare i lettini abbronzanti UV.
- I precedenti del melanoma. Un terreno familiare può predisporre al tumore della pelle, anche precedenti personali del melanoma.
- La quantità di nei della persona. Più sono numerosi maggiore il rischio di melanoma è presente: controllate i vostri nei e consultate un dermatologo o un operatore sanitario appena un neo presenta un colore eterogeneo, contorni irregolari e un diametro di più di 5 millimetri.  
- Il tipo della pelle (fototipo). Più la pelle e i capelli sono chiari, più il rischio di sviluppare un melanoma aumenta.

Si raccomanda per le persone che capiscono questi fattori di rischio di riferirsi al medico curante. Lui valuterà la necessità di un’assistenza sanitaria specifica o no. Una consultazione dermatologica può ad esempio essere prescritta. La prevenzione è anche un modo di limitare l’estensione dei fattori di rischio. Si raccomanda a volte un controllo medico assiduo e un autocontrollo.

Il trattamento del tumore della pelle

La scelta del trattamento per il tumore della pelle avviene in funzione dello stadio di evoluzione del melanoma, della sua localizzazione e dello stato di salute del paziente (età, forma fisica). Di più, il parere del paziente insieme alla discussione pluridisciplinare degli operatori sanitari tra loro, sono pienamente integrati nel processo di scelta del trattamento.

L’eradicazione del melanoma, la fermata della proliferazione, la diminuzione della probabilità di ricadute, e l’attenuazione dei dolori e sintomi del tumore della pelle per garantire un conforto migliore per i malati sono tanti obiettivi diversi proposti dai trattamenti del tumore della pelle.

La chirurgia è l’opzione principale per curare il tumore della pelle. Permette di togliere il melanoma quando questo è localizzato. Come trattamento complementare, l’immunoterapia viene proposta per limitare la probabilità di ricadute. Questi due trattamenti combinati sono proposti negli stadi I e II del tumore della pelle.

Lo stadio III corrisponde ad un melanoma cutaneo esteso che presenta metastasi vicini. Per curarlo, la chirugia è fatta prima. Come trattamento adiuvante, l’immunoterapia è proposta. Si fa con interferoni alpha e il suo obiettivo è di ridurre al meglio il rischio di ricadute. La radioterapia esterna è un altro trattamento complementare alla chirurgia.

In caso di impossibilità di effettuare un intervento chirurgico per estrarre il melanoma, la chemioterapia è una soluzione offerta.

Se il melanoma è esteso con metastasi a distanza (stadio IV), i trattamenti disponibili sono al tempo stesso la chirurgia, l’immunoterapia e la chemioterapia. La radioterapia esterna e la chemioterapia sono proposte in particolare come trattamento palliativo. Questo significa che il loro obiettivo è di limitare lo sviluppo del tumore della pelle e di ridurre i sintomi legati (dolori...).

Più raramente, i trattamenti seguenti possono essere proposti:
- la distruzione dei metastasi con radiofrequenza: è la distruzione delle cellule cancerose con applicazione di onde che emettono un calore molto intenso.
- La criochirurgia dei metastasi epatici. Questo trattamento locale dei metastasi si riduce all’introduzione di aghi che congelano il tumore con un freddo intenso.
- La chemioterapia su membro isolato.

Ultimo aggiornamento: 04/09/18

avatar Team editoriale di Carenity

Autore: Team editoriale di Carenity, Team editoriale

Il team editoriale di Carenity è composto da redattori esperti e specialisti del settore sanitario, il cui obiettivo è quello di offrire informazioni imparziali e di qualità. I nostri contenuti... >> Per saperne di più

La community Tumore della pelle

Ripartizione dei membri su Carenity

Età media dei nostri pazienti

Tumore della pelle sul forum

Vedi il forum Tumore della pelle

News Tumore della pelle

Vedi più news