/static/themes-v3/default/images/default/home/bg-generic.jpg?1516194360

Pazienti Bulimia

19 risposte

179 visualizzazioni

Tema della discussione



Pubblicato il
Buon consigliere

Ciao a tutti, sono la sola che si abbuffa, soprattutto la notte, fino alla nausea, fino stare male? Sono grassa, mi faccio schifo e da 2 anni mangio e mangio...

Inizio della discussione - 14/03/16

Mangiare fino stare male...


Pubblicato il

Ciao,direi che non sei la sola,anzi..

Mangiare fino stare male...


Pubblicato il
Buon consigliere

Io col cibo ho sempre avuto un pessimo rapporto. Sono alta 1,70 e sono normalmente 55 kg poi alterno anoressia (sono arrivata a pesare 38) e abbuffate (sono quasi 100). Penso che solo trovando il mio equilibrio interiore lo troverò anche col cibo. Che fatica!

Mangiare fino stare male...


Pubblicato il

Io 1.75, al momento sono 75kg..come te ho sempre oscillato tra anoressia e bulimia..dopo 5 anni di psicoterapia mi sento finalmente bene,sto imparando a mangiare in modo equilibrato,ma non riesco comunque ad accettare la mia fisicità e ogni tanto ci ricasco,mangio fino al limite poi vomito..è orribile sentirsi così..

Mangiare fino stare male...


Pubblicato il

Ciao,

ho sofferto di bulimia per più di 15 anni, vomitavo qualsiasi cosa provassi a mangiare e dopo aver mangiato anche solo un biscotto mi sentivo in colpa, e iniziavo a mangiare di tutto per poi correre in bagno. Ho alternato a tutto questo periodi in cui digiunavo oppure mi nutrivo di un solo alimento in piccole quantità, in particolare yogurt o bruschette con un filo di olio. I problemi con il cibo sono quasi sempre conseguenza di altro, così ho iniziato una psicoterapia, e piano piano ho iniziato a guardare in faccia i miei problemi e ad affrontarli. Ho avuto una vita difficile, un problema dopo l'altro, e purtroppo ancora oggi le cose non vanno bene..ma almeno adesso riesco a gustare qualcosa senza poi dover correre in bagno. Più farcela, non ti dico che sarà facile, ma ti dico che non è impossibile. <3

Mangiare fino stare male...


Pubblicato il

Ehi,

ti capisco. Soffro di bulimia da sei anni, e ciò mi ha portato anche a soffrire di depressione. Sono stata seguita anche da un centro per disturbi alimentari che mi ha aiutata molto, soprattutto a capire i motivi dietro il mio DCA.

Se il centro non mi ha aiutata quanto speravo è stato a causa mia. Sono uscita - convinta stupidamente che fossi guarita e che tutto sarebbe andato bene da quel momento in poi - e mi sono lasciata andare. Non ho seguito il piano alimentare che mi era stato assegnato, ho fatto di testa mia ed eccomi di nuovo qui, due anni dopo, che continuo ad odiare il mio corpo fino allo sfinimento. Ho provato la psicoterapia, ma trovare uno psicologo bravo, uno che ti capisca e che sia adatto al tuo modo d'essere è difficile. Dopo due anni in cui mi sono pianta soltanto addosso perché "non ce l'avevo fatta" ho deciso di darmi una svegliata. Sto seguendo per la prima volta il piano alimentare che mi avevano fornito al centro, e pian piano le abbuffate stanno diminuendo. Non mi faccio più schifo come prima - non sono dimagrita o roba del genere, semplicemente mi sto focalizzando sulle cose positive che mi appartengono piuttosto che a quelle negative. L'importante è circondarsi di persone che ti capiscano e che ti supportino. Sebbene la mia famiglia mi voglia bene, so che non mi capiranno mai. Sono problemi che chi non ha vissuto in prima persona difficilmente può capire. Non sentirti mai sola, perché come puoi ben vedere c'è gente che ti capisce, che vive i tuoi stessi problemi e che è pronta ad ascoltarti. Non perdere mai la speranza.

So che adesso quando ti vedi allo specchio ti fai schifo.. ma chiediti perché. Il problema non è mai solo fisico.

A volte quando mi guardo allo specchio mi faccio schifo, letteralmente schifo. Sono disgustata, e non solo dal mio aspetto fisico, ma anche dalla mia mente. Mi guardo e dico

- tu sei la causa di ciò che vedi allo specchio -

Passo giornate a colpevolizzarmi, a piangermi addosso, a mangiare e a vomitare.. perché è più facile così. Alzarsi dal letto, farsi forza e migliorarsi.. quello sì che è difficile. E sarà difficile ogni giorno, non ti mentirò. Dicono che iniziare sia la parte più difficile. Per me, invece, è combattere ogni giorno. Combattere dopo che hai avuto una ricaduta, combattere quella voce nella tua testa che continua a sussurrarti, subdola, cedi cedi cedi. Tanto non ce la fai, cedi adesso.

Il percorso è difficile indubbiamente, ma sono convinta che tu ce la possa fare. Non piangerti addosso. Non essere la principessa passiva che aspetta che qualcuno le dia la ricetta magica della felicità e la salvi.. perché quella ricetta non c'è nessuno che te la può dare. Sii forte. Alzati dal letto, guardati allo specchio e ripeti a voce alta

Io ce la posso fare.

Perché ce la puoi fare. Credi in te stessa, come io in questo momento - pur non conoscendoti - sto facendo.

Un bacio e un abbraccio forte, da chi, come te, combatte ogni giorno contro questi demoni.

Mangiare fino stare male...


Pubblicato il

io anche mi abbuffo..passo periodi di quasi digiuno dove dimagrisco tanto..ma poi non smetto più di mangiare e riprendo tutti i kg persi con gli interessi..ti capisco bene

Mangiare fino stare male...


Pubblicato il

Stessa situazione ...ma ce la farò! 

Mangiare fino stare male...


Pubblicato il

Ciao a tutte, io ho una sorella che soffre di anoressia da quando aveva 15 anni (adesso 55). Lei non è bulimica solo anoressica. Non mangia mai pesa 38Kg., se ci arriva, ha passato tutto il tempo a dirsi che era "puff" anche con quei chili addosso, si toccava il corpo per sentire se c'era del grasso(?), è sempre stata in psicoterapia, ci va tutt'ora, Ha cicliche fasi di depresssione acuta. Ma ora convive abbastanza pacificamente con il suo disturbo. Volevo solo dire questo a tutte voi: questo disturbo va curato in analisi perchè come tutti i disturbi psicologici/psichiatrici dietro c'è sempre una causa nascosta che va esteriorizzata ed elaborata.  Ma la positività che dovete  avere è necessaria e ve lo dice un persona che a sua volta soffre di disturbi ossessivi compulsivi e depressione. Non sarei qui se non fossi riuscita a mantenere un atteggiamento grintoso e battagliero. Quindi forza che ce la farete tutte. Ciao.

Mangiare fino stare male...


Pubblicato il

Ciao a tutti, 

mi rendo conto di avere un problema perché appena nessuno mi guarda o giudica posso mangiare tutto quello che voglio sapendo che poi andrò a vomitare. Non sono sempre stata così: esattamente un anno fa ero 10 kg in meno. Attualmente sono alta 165 e peso 54 kg.. sono grassa soprattutto nelle cosce e nei fianchi. La mia costituzione è sempre stata questa e il mio peso è sempre stato tra i 50 e 53 kg. Con la laurea ero arrivata a 49 e da lì ho deciso di mettermi a dieta: la mia alimentazione era fesa di tacchino snello e lattughino a pranzo e verdura a cena, ma andando a convivere il mio ragazzo mi sgridava per l’alimentaione Quindi saltavo il pranzo per mangiare a cena le sue stesse cose (premetto che sono celiaca, quindi di norma dei secondi). Abbiamo convissuto 3 anni. Quando ad agosto ci siamo lasciati il mio corpo ha iniziato a cambiare, ingrassavo pur assumenti 300/400 calorie al gg è il peso aumentava ogni giorno di più.  Se già prima mi pesavo tutti i giorni, ho iniziato a pesarmi 2/3 volte in una giornata. Ora ho attacchi di fame che non riesco a controllare, soprattutto panini e focaccia (non per celiaci) che poi mi fanno star male. Passo da pane e maionese a mais o tonno in scatola per attivare allo yogurt con marmellata in mezz’ora e presa dai sensi di colpa inizio a vomitare. Adesso è diventato un circolo vizioso ogni volta che mangio penso soltanto a quando potrò vomitare, a come aggirare le persone a lavoro e come non mostrare il trucco sbavato. Ho paura di non riuscire a dimagrire, ma non riesco più a smettere di mangiare come facevo l’anno scorso, ci provo ma poi c’è un pranzo o un aperitivo di compleanno al quale non si può dire di no e a quel punto non mi fermo più con il cibo e continuò ad ingurgitare cose. 

Non sono certa di voler staccarmi da quest’abitudine, vorrei più che altro essere magra e poter tornare ai miei 47 kg, in modo da non sentirmi a disagio con la giacca costantemente

grazie mille’

Discussioni più commentate