/static/themes-v3/default/images/default/home/bg-generic.jpg?1516194360

Pazienti Malattia epatica grassa non alcolica e NASH

8 risposte

144 visualizzazioni

Tema della discussione

Membro Carenity
Pubblicato il

Mi consigliate un integratore veramente efficace?

Grazie

Inizio della discussione - 08/07/19

Consigli
Membro Carenity
Pubblicato il

RealSil 100D

Consigli
1

Membro Carenity
Pubblicato il

Quali farmaci ad oggi risultano i " più efficaci per combattere la NASH? ringrazio e porgo distinti saluti 

Consigli
1

Membro Carenity
Pubblicato il

Leggo diverse cose sulla steatosi epatica non alcolica che mi lasciano perplesso, a cominciare dal titolo della discussione: "convivere con la steatosi epatica non alcolica". Perché conviverci e non risolverla? Io ci ho convissuto più o meno dal 2000, forse prima. Puntualmente le mie ecografie davano lo stesso responso: steatosi epatica di grado severo. Colesterolo tendenzialmente alto con il cosiddetto colesterolo buono praticamente insignificante, trigliceridi alti. 56 anni, ex fumatore, lavoro sedentario e zero attività fisica. con circa 10 chili di sovvrapeso. Due anni fa anche la pressione è salita finché ho dovuto trattarla con parvati (amlodipina e ramipril 5+5). Fino a quando, 8 marzo 2019, ho deciso di andare da un'epatologa. La quale, visti tutti i precedenti esami, mi ha ben spiegato tutti i rischi legati a quella patologia, e mi ha convinto della necessità di cambiare totalmente stile di vita. Dieta (senza nessun dietologo, secondo me non serve), un integratore a base di silimarina e un altro per il colesterolo. E intanto mi prescrive nuova ecografia e fibroscan. Primo mese persi circa 5 chili. Metà aprile inizio a camminare, e poi qualche corsetta leggera. Aumento chilometri e andatura e passo alla corsa, finché, dopo un mese, un mese e mezzo, faccio mediamente 10 chilometri di corsa al giorno. Oggi ne faccio tranquillamente da 15 a 20 e nel frattempo ho perso circa 10-11 Kg e oggi il mio peso oscilla fra 63 e 64 kg. Ripeto ecografica a maggio e la steatosi è ancora lì. 11 luglio esame fibroscam attraverso il quale si verifica il grado di "infiltrazione" di grasso nel fegato e la presenza di eventuali fibrosi. Appena il medico inizia l'esame butta lì la domanda: "come mai le hanno richiesto questo esame"? L'infermiera con in mano la prescrizione legge: steatosi epatica di grado severo. La dottoressa strabuzza gli occhi, pare incredula e sentenzia subito: io qui non vedo nessuna steatosi. Ma finisco l'esame prima di confermare. Finito l'esame l'esito è quello nel quale, sotto sotto, speravo: nessuna steatosi, nessuna fibrosi. Scomparsa, sparita. La dottoressa sembra stupita quando realizza che il tutto è successo nel giro di qualche mese. E, secondo il suo parere, non tanto per effetto degli integratori o non solo, ma per la combinazione di questi con dieta e attività fisica. Allora la domanda è questa: perché convivere con la steatosi se si può eliminare?

Consigli
1

Membro Carenity • Animatore della community
Pubblicato il

Chi conosce un integratore efficace per aiutare @pseudonimo nascosto‍? Vi ringrazio in anticipo @pseudonimo nascosto@pseudonimo nascosto@pseudonimo nascosto@pseudonimo nascosto@pseudonimo nascosto‍ emoticon occhiolinoemoticon angelo

Consigli
Membro Carenity
Pubblicato il

Quali farmaci assumete per combattere la NASH? seguite una dieta particolare? un abbraccio 

Consigli
1

Membro Carenity
Pubblicato il

@pseudonimo nascosto  ciao, ho letto la tua esperienza e per quanto io sia donna e con peso diverso...sono nella stessa condizione.  Ho letto che hai cambiato alimentazione, lo sto facendo anche io togliendo soprattutto formaggi , carne rossa....insomma i grassi e ho introdotto più legumi ... Ti chiedo come invece ti sei organizzato tu. Mi dai qualche consiglio ?

Grazie mille

Consigli
1

Membro Carenity
Pubblicato il

Salubre i miei complimenti per la tenacia che ha portato eccellenti risultati,dunque non arrendersi e ....cambiare stile di vita! Auguri.

Consigli
Membro Carenity • Animatore della community
Pubblicato il

Cari membri @pseudonimo nascosto@pseudonimo nascosto@pseudonimo nascosto@pseudonimo nascosto‍ avete consigli da condividere sulla vita quotidiana con la malattia? La vostra esperienza potrà aiutare gli altri membri. Grazie tanto in anticipo emoticon cuore